Le (4) stagioni del matrimonio

Le (4) stagioni del matrimonio

Quale delle quattro stagioni è l’ideale per le proprie nozze? Per capirlo, oltre ai gusti personali bisogna tener conto di alcuni aspetti molto importanti.

Quando si organizza un matrimonio, la prima scelta da fare è senza dubbio quella della data. Optando per alcune e mettendone da parte altre, ci sono pro e contro da tenere in considerazione se si vuole andare per un mese gettonato (come quella di San Valentino). Tuttavia, se alcuni mesi sono particolarmente richiesti un motivo ci sarà: le condizioni climatiche, i periodi di bassa stagione per i viaggi e i prezzi differenti applicati da location o fotografi sono valide ragioni.

Primavera

Il periodo primaverile è molto romantico e molto gettonato: tempo, temperatura mite e scenari in fiore sono ciò che attraggono le coppie, facendoli propendere per due mesi in particolare:
  • maggio (11% di coppie): il clima più mite e la sensazione di rinascita e di rinnovo che la primavera porta sono perfetti per un matrimonio e non c’è da meravigliarsi se è storicamente la stagione più scelta per celebrare matrimoni! Ciononostante, è proprio da maggio che ha inizio il picco della stagione matrimoniale, che dura fino a inizio ottobre e che porta ad una maggiore competizione con altre coppie nell’aggiudicarsi la data desiderata.

  • giugno: mese dal clima decisamente piacevole perché a cavallo tra la primavera e l’estate, è preferito a maggio (12% di coppie lo scelgono), dando inizio alla stagione più calda che viene preferita da quel 30% di futuri sposi che decidono di sposarsi proprio in questo periodo dell’anno, senza dimenticare che si tratta del mese di Giunone, simbolo di unioni durature e felici.

le (4) stagioni del matrimonio

I mesi meno scelti sono marzo (a cavallo tra le stagioni invernale e primaverile) e aprile, solitamente piuttosto piovosi e dal tempo imprevedibile, che possono presentare temperature ancora piuttosto rigide.

Estate

Come accennato, a giugno arriva l’estate e per gli amanti del caldo è una buona scelta, che permette celebrazioni all’aperto e nelle ore serali, approfittando dell’attenuarsi del caldo diurno.
  • luglio: in genere un buon mese per sposarsi, è caratterizzato da poche piogge e un caldo sopportabile.

  • agosto: il 10% delle coppie si sposa in agosto, ottimo periodo per le vacanze (soprattutto per studenti o lavoratori nel campo dell’educazione) che permette a molte persone, dunque anche ai vostri invitati, di essere più liberi e quindi inclini ad essere presenti al vostro grande giorno. Tuttavia, nonostante sia uno dei mesi più caldi dell’anno, la fine del mese segna l’inizio dei temporali estivi e, quindi, di un clima più incerto.

stagioni matrimonio

Autunno

L’autunno è la stagione preferita dalle coppie di futuri sposi: il 38% decide di sposarsi in questo periodo e il 15% sceglie il mese di settembre per la sua atmosfera autunnale e il caldo mite dell’estate. Tuttavia, così come per agosto, anche settembre può presentare un clima incerto con un rischio piogge più elevato.
stagioni matrimonio autunno

Inverno

Sebbene l’inverno sia una stagione comunque scelta da molte coppie per i costi più bassi, l’occasione di una calda festa per gli invitati e la magica atmosfera che il periodo regala, molti futuri sposi decidono di sposarsi soprattutto a dicembre, scartando dunque il primo mese dell’anno che, presentando temperature più rigide e maggiori possibilità di precipitazioni nevose, con conseguenze sia per gli invitati che per gli sposi, si rivela essere il mese meno scelto.
Storicamente, nel mese di febbraio e di marzo non si celebravano matrimoni perché era periodo di Quaresima. I greci, inoltre, consideravano il mese di marzo come il mese del dio della guerra, e tendevano ad evitare questo periodo in quanto considerato di cattivo auspicio.
le (4) stagioni del matrimonio 2
Qualunque siano le tendenze, noi vi consigliamo di scegliere la data che più vi piace: sia che rappresenti qualcosa di particolare, sia che si tratti di un fattore scaramantico o di un gusto personale, l’importante è vivere quel giorno al meglio.