La scelta del gusto

La scelta del gusto

Il matrimonio è tutta una questione di gusto – e di gusti – a partire dal tema scelto al luogo in cui vi piacerebbe fare il vostro primo viaggio insieme come marito e moglie.

Ma il matrimonio è anche e soprattutto il giorno della fantastica favola vissuta dalla coppia innamorata che decide di giurarsi amore davanti ai propri cari e amici più intimi, così come il modo migliore per impressionare i propri invitati e farli tornare a casa commentando con gusto l’abito, la location e… il cibo! Proprio il ricevimento, in quanto evento quasi a se stante, offre la possibilità di sorprendere gli invitati con scelte e sapori inaspettati: dai piatti più esotici a quella della cucina tradizionale rivisitata in chiave più moderna, ecco qualche consiglio per la scelta migliore del vostro menu di nozze.

cibo finer food salato e formaggi matrimonio boho chic

Pensate a tutti gli ospiti

Potrà sembrare scontato, ma non è così: infatti, è importante ricordare che qualcosa che piace a voi può non essere di gradimento per gli altri. Ciò non vuol dire preoccuparsi del gusto di ogni singolo ospite: se siete vegani, ad esempio, non potrete basare un intero ricevimento su questa direzione (ma, comunque, inserire qualche portata di questo genere sì). A tal proposito, è importante tener presente delle eventuali allergie o intolleranze alimentari di cui possono soffrire gli invitati: in questo modo, da un punto di vista meramente del gusto, potrete dare loro la possibilità di mangiare i loro cibi in una diversa, nuova e gustosa versione.

location con invitati

Infrangete le regole

Negli ultimi tempi si sta optando per dei ricevimenti che diano la possibilità di assaggiare più pietanze in porzioni più ridotte – ossia in finger food, così da aumentarne la varietà, o di accompagnare ogni piatto a un vino diverso. Queste sono solo alcune idee: ogni coppia, guidata dai responsabili della location in cui sposeranno, troverà il modo di differenziarsi personalizzando la tipologia dei menù il più possibile.

la scelta del gusto

La scelta del gusto

Non tutte le coppie di futuri sposi fanno una prova dei piatti che vorrebbero inserire nei menu, correndo il rischio di rimanere delusi (e con loro gli invitati) durante il ricevimento. È invece importante comunicare con gli chef su cosa si vuole e su cosa piace, assicurandosi di fare tutte le domande necessarie. L’importanza di questo momento lo hanno capito bene gli organizzatori di TUSPOSA EXPO, una tra le più importanti fiere del sud Italia dedicate a wedding, che ogni anno ha destinato una delle sue aree all’Isola del Gusto, sezione dedicata alle location e ai catering che, durante il giorno, chehanno proposto alle coppie piccoli assaggi della propria cucina, riscuotendo grande successo e partecipazione di pubblico.

la scelta del gusto 2

Dove e quando

Da tener conto è anche la location scelta per il ricevimento e il periodo dell’anno. Una sala ricevimenti atta ad ospitare un numero consistente di invitati avrà la possibilità e lo staff adeguato per servire qualsiasi tipo di piatto in, potenzialmente, qualsiasi stile. Un matrimonio che, ad esempio, si svolge sulla spiaggia, ha potenzialità diverse ma anche l’opportunità di fare qualcosa di unico: molti catering possono allestire una cucina quasi ovunque e quei piatti che richiedono preparazioni più semplici sono più adatti a un matrimonio di questo genere e nelle stagioni calde.

Se si decide di sposarsi in mesi più freddi, dicembre è un ottimo periodo, sia per l’atmosfera (basti pensare al bianco della neve) che per i piatti da proporre, che possono sicuramente contenere qualche caloria in più, ricordandosi di approfittare sui cibi di stagione: un bravo cuoco sa quando cresce cosa e dove, e dovrebbe guidarvi nella scelta di un menù che possa mettere in evidenza il meglio del periodo freddo.

buffet finger food

Ad ogni modo, ricordate che la cosa più importante di qualsiasi ricevimento di matrimonio è che questi rifletta il gusto della coppia protagonista del grande giorno.