Bouquet: i fiori della sposa

Bouquet: i fiori della sposa

Preludio della nuova vita insieme, il bouquet rappresenta, tradizionalmente, l’ultimo gradito omaggio che lo sposo offre alla futura sposa la mattina stessa delle nozze, allo scopo di suggellare ufficialmente la fine del periodo di fidanzamento e l’inizio di una nuova vita insieme.

bouquet fiori matrimonio

L’usanza vuole che il bouquet sia recapitato a casa della sposa direttamente dal fiorista o dal testimone dello sposo. C’è da dire che, essendo esso il particolare che rifinisce e perfeziona l’effetto finale dell’abito da sposa, va scelto con molta cura ed attenzione. È lo stesso fiorista incaricato dei vari addobbi a prepararlo, naturalmente in armonia con tutta la cerimonia, ma perché possa risultare veramente perfetto deve possedere delle precise caratteristiche:

– deve poter durare tutto il giorno senza appassire;
– non deve sporcare l’abito o i guanti della sposa;
– deve essere maneggevole adattandosi alle dimensioni delle mani della sposa;
– non deve essere troppo pesante;
– deve avere infine un’impugnatura ben orientata per poterlo tenere in mano comodamente.
bouquet matrimonio sposa e damigelle
Esistono tantissimi fiori dai molteplici colori e significati, perciò scegliere non sarà facile. Come abbiamo accennato, il bouquet – e il resto degli addobbi floreali, in realtà – deve seguire precise caratteristiche e la sua scelta non deve essere rimandata all’ultimo minuto (a meno che non abbiate deciso di organizzare un matrimonio in poco tempo. In caso contrario, è importante seguire le giuste tempistiche che l’organizzazione di un matrimonio richiede).
Nonostante deciderete di affidarvi a un professionista, avere una cononscenza base di florigrafia non potrà sicuramente fare male!
Cos’è la florigrafia? In poche parole, il linguaggio dei fiori, cioè il significato e le emozioni che ne scaturiscono dalla loro composizione, dai loro colori e anche dal numero.
Conoscere il significato che sta dietro il proprio bouquet o i fiori che deciderete di adoperare per decorare il vostro grande giorno può aiutarvi nella scelta da fare.
primo piano fiori matrimonio

La scelta dei fiori (e del bouquet)

  1. Rose per una coppia romantica: simbolo di amore e passione per eccellenza, vengono associate alla dea dell’amore Afrodite. Tuttavia, sappiamo che questi fiori non sono solo ed esclusivamente rossi, ma anche rosa (simboleggiando la grazia, la gratitudine e il vero amore), bianchi (in rifeirmento alla purezza, all’innocenza e alla giovinezza) e color champagne (tenerezza, amorevolezza e bellezza eterna).
  2. Gigli per la coppia forte e chic: rappresentano la passione, la castità, la virtù la purezza e la devozione. Anche i gigli si presentano di diversi colori, ma attenzione a non usarli bianchi, perché sono solitamente associati ai funerali.
  3. Fiori non convenzionali per le coppie avventurose: quali fiori scegliere? Un primo suggerimento va per le ortensie, che simboleggiano le belle emozioni e la perseveranza; oppure, le violacciocche rosse il cui significato si rifà alla bellezza eterna e alla vita felice e piena di gioia.
Nello scegliere il bouquet si deve anche tener conto della personalità e delle caratteristiche fisiche della sposa che lo porta. Ad una silhouette minuta va associato un bouquet più piccolo e grazioso; ad una figura più alta e imponente va abbinata una composizione floreale più ampia e decisa, che rispetti le proporzioni. Anche il contesto è fondamentale: per un matrimonio informale risulterà appropriato un bouquet semplice, per una cerimonia molto formale sarà necessario un bouquet strutturato e più importante. Per completare il quadro inoltre, c’è bisogno che il fiore all’occhiello dello sposo sia uno di quelli scelti per la composizione floreale della sposa.
sposa con bouquet matrimonio
Ma come va portato il bouquet? Va tenuto con la mano sinistra, mentre la destra sarà tenuta al braccio del padre che l’accompagna all’altare. Alla fine della cerimonia invece, la sposa uscirà dalla chiesa alla destra del marito, reggendo quindi il bouquet con la mano destra.

Il braccio che regge il bouquet va appoggiato all’anca con delicatezza: attenzione dunque a non portarlo troppo in alto, a mò di cono gelato!